Villa con splendida vista sulla spiaggia di Licata (AG) Mollarella

, ,


90 mq 2 Locali €250.000

Dettagli

Richiesta: 250.000€
Locali: 2
Camere da letto: 2
MQ: 90
Stato costruzione: Nuovo

TI INTERESSA QUESTO IMMOBILE?

CHIAMA SEA & SUN Tel. +39 095 -7935082 // +39 0934 - 594586

Codice riferimento immobile: 37
Descrizione
Caratteristiche
Mappa
Video da YouTube
Video
Planimetrie

Descrizione

Villa con splendida vista sulla spiaggia di Mollarella una zona tenuta a spiaggia, posta nel territorio di Licata, comune italiano della provincia di Agrigento in Sicilia.È costituita da un'ampia insenatura a semicerchio terminante con uno scoglio roccioso (A' Rocca di Muddrareddra in siciliano), collegato alla restante spiaggia con un istmo sabbioso.Contigua alla Baia di Mollarella, con l'ampia spiaggia omonima, si trova la spiaggia denominata Poliscia, che prende il nome dal retrostante Monte Poliscia: il lato occidentale e orientale dei due arenili si uniscono nel costone roccioso denominato Serra Mollarella . Mollarella è costituita dal litotipo Calcare di Base appartenente alla Serie Gessoso Solfifera, unità litostratigrafica ampiamente diffusa nella Sicilia Centro-meridionale. A pochi chilometri da Licata che dal greco Alukates (che significa "salato“) Licata deve il suo nome al fiume Salso che sfocia proprio accanto. Fenici e Greci approdarono per primi sulle coste di Licata. Dagli storici, questa cittadina situata sulla costa centro-meridionale della Sicilia fu identificata con l'originaria Finziade fondata nel 280 a.C. da Finzia, tiranno di Agrigento. Dai Greci e dai Romani futrasformata in uno dei più importanti empori commerciali di tutta l'isola. Dal porto commerciale di Licata partivano le navi romaneche trasportavano il frumento per approvvigionare Roma quando la Sicilia era considerata il granaio d’Italia. Dominata dai turchi nel‘500, conobbe il suo riscatto e la fiorente ripresa economica nel XVIII secolo per poi divenire, con il suo sicuro porto, uno deiprincipali scali commerciali tra l’’800 e il ‘900. Le architetture dei suoi palazzi signorili del centro storico, le chiese del Carmine e diSant’Angelo, le ville liberty affacciate sulla collina del Monserrato, il quattrocentesco Castello di Falconara con la sua torre quadratautilizzata per l’allevamento dei falconi e da ex avamposto marino contro i pirati, oggi esclusivo resort, sono una sorta di affresco di unluogo che appartiene al Mediterraneo più antico.Licata: Castel S. Angelo, Palazzo Frangipane, Castello di Falconara, Chiesa del CarmineLOCALIZZAZIONELicata si trova lungo la costa meridionale della Sicilia, tra Agrigento e Gela, dalle quali dista rispettivamente 45 Km e 35 Km.Gli AEROPORTI di riferimento sono quello di CATANIA, raggiungibile in circa 90 minuti attraverso circa 125 Km di strada ascorrimento veloce, e COMISO, distante circa 72 Km di Strada Statale. DINTORNIIn posizione baricentrica nel Mediterraneo ed immersa nella Sicilia più incontaminata, Licata offre itinerari affascinanti tanto via marequanto via terra. A pochi chilometri dai Templi di Agrigento, patrimonio mondiale dell’Unesco, e dai mosaici romani della Villa delCasale di Piazza Armerina, Licata rappresenta il punto di partenza ideale per raggiungere i principali siti archeologici siciliani, ovisitare paesi e città di grande interesse culturale ed artistico, come Caltagirone, Ragusa Ibla, Sciacca. L’eno-gastronomia sicilianatrova nel territorio di Licata la sua massima espressione, con cantine, uliveti e ristoranti pluripremiati (Licata può vantare dueristoranti stellati dalla guida Michelin e dal Gambero Rosso). La costa licatese , frastagliata da calette e dune sabbiose, consente diraggiungere in poche miglia destinazioni straordinarie, come la famosa Scala dei Turchi, Punta Bianca, la riserva di Torre Salsa, e leisole di Pantelleria, Lampedusa, Egadi, Malta.

Descrizione locazione

Ha una superficie di 178,91 kmq e confina a sud col Canale di Sicilia, ad ovest con Palma di Montechiaro, a nord con il territorio di Ravanusa, Campobello di Licata e Naro, a est con Butera. Prevalente è l'ambiente collinare; non mancano però vaste aree pianeggianti, di cui la più cospicua per estensione e per interesse economico è la "Piana Romano", estesa per oltre 7 mila ettari, che funge da immediato entroterra dell'abitato. Caratterizzano la morfologia del territorio alcuni rilievi litoranei che conferiscono alla costa particolari pregi paesistici e cingono a sud la "Piana". Tre tipi di colture tradizionali caratterizzano l'agricoltura licatese: seminativo asciutto (l'intera piana e le colline che la circondano), il frutteto (a guscio duro, precisamente mandorlo), l'incolto produttivo destinato a pascolo che occupa le zone più impervie. Non mancano coltivazioni di viti, ulivi, carrubi, agrumi, alberi da frutta (peschi, albicocchi, susini, meli e peri). Da alcuni anni a questa parte si è enormemente sviluppata anche la sericoltura che produce ortaggi di ogni tipo, pomodorini a grappolo e squisitissimi meloni "cantalupo", ovunque esportati. Il clima è quello tipico della fascia costiera meridionale della Sicilia, contraddistinto da scarse precipitazioni annuali, concentrate nei mesi autunnali e invernali, rare in primavera, quasi nulle nel periodo estivo. L'inverno è mite e di rado si giunge a temperature inferiori a +5°. L'estate porta molta calura ed afa e spesso molta umidità, specie nelle ore serali. Tutto il territorio è esposto ai venti del sud (scirocco e libeccio) e di ovest (ponente). La rete idrografica che incide il territorio licatese si aticola nell'ultimo tronco del fiume Salso che attraversa la Piana e lo stesso abitato, sboccando con andamento tortuoso ad est del porto. Caratteristica di questo fiume è la presenza nelle sue acque di una certa dose di cloruro di sodio che varia al variare della portata, sicché è massima d'estate, minima di inverno. Assente è la grande industria. Attualmente sono attive piccole aziende a carattere casalingo: laterizi, scope di saggina, frantoi per l'olio di oliva, conservazione del pesce azzurro, cantieristica. Non sono più presenti i rinomati pastifici. Nell'artigianato occupano un posto di riguardo la lavorazione del legno, del ferro battuto, il ricamo, la produzione delle reti da pesca, la costruzione dei carretti, la confezione di dolciumi e la produzione di torroni. Secondo i dati Istat, la popolazione di Licata è passata dal 1901 al 1981 da 22.993 a 41.451 abitanti, registrando un calo considerevole nel 2001 con circa 38.000 abitanti, dato provvisorio, che ha riportato la città indietro di cinquanta anni, se si tiene conto che nel 1951 Licata contava 37.258 abitanti.

Caratteristiche

       
  N Mq Tipo
Camere da letto 2    
Piano Su più livelli    
Cucina   a vista
Giardino Privato
Aria condizionata    
Tv    
       
  N Mq Tipo
Qualità Unità Di prestigio    
Riscaldamento   autonomo
Parcheggio 1  
Libero    
Satellite    
Porta blindata    
       
Scheda tecnica N Mq Tipo
Citofono    
Impianto a Norma    
Gas    
       
Scheda tecnica N Mq Tipo
Impianto Telefonico    
Energia Elettrica    
Acqua    
       
Esposizione N Mq Tipo
Esposizione   Doppia
       
Esposizione N Mq Tipo
Esterna   1
       
Ambienti N Mq Tipo
Nr. Camere 3    
Camere Doppie 2    
Nr. Servizi 2    
Balconi 2 0  
Taverna  
       
Ambienti N Mq Tipo
Camere Singole 3    
Ripostiglio   1
Infissi interni   Porte in vetro
Terrazzi 1 0
       
Parcheggio N Mq Tipo
Nr. Parcheggi 1    
       
Parcheggio N Mq Tipo
Nr. Posteggi 1    

Mappa

Video da YouTube

Video

Planimetrie

Salva annuncio
SALVA SUL CELLULARE
STAMPA SCHEDA
IMMOBILI SIMILI

Richiedi maggiori informazioni







INVIA IMMOBILE

TRAMITE E-MAIL

Affari della settimana

In vendita

In affitto

Potrebbero interessarti

In vendita

Prestigiosa villa a Ulmi
, ,
€1.200.000

In vendita

...
, ,
€0

In vendita

"VILLA FLAVIA "è una classica Villa Padronale Siciliana del 700'
, ,
€600.000